Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

Tanti applausi per Bellini e Pitagora al Campiani di Andrea Zaniboni

Leopardi e Chopin: un poeta e un musicista, un italiano e un polacco. Non si conobbero mai, ma vissero lontani anche geograficamente, pur condividendo la medesima stagione della vita separati da un...

La Gazzetta di Manotova
Andrea Zaniboni
23 aprile 2016

Leopardi e Chopin: un poeta e un musicista, un italiano e un polacco. Non si conobbero mai, ma vissero lontani anche geograficamente, pur condividendo la medesima stagione della vita separati da un decennio alla nascita, e poi scomparsi a dodici anni di distanza l'uno dall'altro ma entrambi a soli trentanove anni, accomunati da un destino impietoso, l'uno nel 1837 e l'altro nel 1849, in piena stagione romantica.

La pianista Anna Lisa Bellini e la popolare attrice Paola Pitagora, per conto di Società della Musica e del calendario più vasto che ha preso il nome di "MantovaMusica" hanno progettato una serata di poesia e musica che ha trovato, giovedì sera nell'auditorium Monteverdi del Conservatorio un folto seguito di pubblico attento (esauriti tutti i posti a sedere) soggiogato da una collana di bellezze che obbediva ad un racconto imperniato sulla figura di Giacomo Leopardi: dagli anni di Recanati, sua città natale, fino all'ultimo periodo napoletano, con accenni ai suoi innamoramenti, alle amicizie (poche e durature), alla sua visione del mondo, giungendo poi ovviamente ai frutti artistici ed in particolare ai componimenti più celebri: da "A Silvia" a "L'infinito"; da "Le ricordanze" fino a "Ad Arimane", con cui il poeta parve prefigurare la propria fine.

Ed in qualche modo a commentare le letture e la accurata recitazione di Paola Pitagora c'erano poi le musiche pianistiche liberamente selezionate dall'opera di Chopin: preludi, notturni, valzer, studi, oltre la Fantasia-Improvviso op.66, con le pregevoli esecuzioni di Anna Lisa Bellini a ribadire atmosfere, a suggerire connessioni, assonanze, avvicinando due sofferte esistenze artistiche di abbacinante splendore creativo, entrambe curiosamente così compatibili ed inconfondibili. Una serata articolata con gusto e bravura, che ha trovato la piena approvazione dei presenti in un confronto fra personalità geniali, e soprattutto infinitamente umane.

Prossimi concerti

Università degli Studi della Tuscia
XIV Stagione Concertistica Pubblica

Anna Lisa Bellini pianoforte

Fryderyk Chopin
Trois nouvelles études op. postuma
Improvviso in la bemolle maggiore op.29
Quattro mazurche op. 30
Scherzo in Si bemolle minore op.31
Due notturni op.32
Quattro mazurche op. 33
Tre valzer op.34

42. MARSCHNER FESTIVAL HINTERZARTEN

Anna Lisa Bellini pianoforte
Kammerorchester Deutsche Spohr Akademie
Ariane Mathäus
direttore

Musiche di Chopin

Anna Lisa Bellini pianoforte
Alessandro Cervo violino
Gianluca Giganti violoncello
Orchestra Sinfonica EtruriÆnsemble
Fabrizio Bastianini
direttore

 

Beethoven Romanza in Fa maggiore op.50 n.2 per violino e orchestra
Tchaikowsky Andante cantabile op.11 per violoncello e archi
Chopin Grande Polacca brillante preceduta da un Andante spianato e op.22 per pianoforte e orchestra
Beethoven Triplo Concerto op.56 per pianoforte, violino, violoncello e orchestra

More From: PROSSIMI CONCERTI