Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x

"La pianista Anna Lisa Bellini …anche in questa occasione ha evidenziato un tocco di estrema raffinatezza, al servizio di un’esecuzione di grande intensità emotiva, il cui apice si è avuto durante la proposizione della Marcia funebre di Chopin. Il pubblico ha mostrato di apprezzare molto il concerto, tributando nei confronti dell’artista lunghi ed entusiastici applausi, ricambiati con un bis chopiniano, consistente nello Studio in do minore, op. 10 n. 12, noto anche con l’appellativo di “Rivoluzionario”, degna chiusura di un recital di elevatissimo spessore"
CRITICACLASSICA Napoli
5 febbraio 2015

"Un programma nel complesso molto intenso e corposo, impreziosito dall’interpretazione delle due grandi artiste, l’attrice Paola Pitagora e la pianista Anna Lisa Bellini, che hanno dato vita ad uno spettacolo di rara finezza, caratterizzato da un indovinato abbinamento fra liriche e brani musicali, frutto di un minuzioso lavoro di approfondimento, trasmettendo fortissime emozioni al pubblico, giunto numerosissimo nell’auditorium del Museo Duca di Martina."
CRITICACLASSICA (Marco Del Vaglio) Napoli
16 maggio 2013

"Cara amica, ti scrivo dell'estate sutrina e in particolare della musica a Sutri. Quando bisogna scrivere che uno spettacolo è "splendido" ci si trova in grande difficoltà: si cerca un termine equivalente ma che non sia altrettanto impegnativo. Anna Lisa Bellini e Paola Pitagora con "Poesie di Notte e del chiaro di Luna" ci sono riuscite. Il 22 settembre 2012, hanno dato vita ad uno spettacolo "unico e magico".
Hanno rievocato con il loro talento e con una "completezza femminile", due geni: Leopardi e Chopin. Il Leopardi che ci ha restituito Pietro Citati e lo Chopin dei Notturni. La Bellini che trasforma l'ascolto in un suggestivo ed intimista "viaggio dell'anima" e che da un decennio ci riempie di orgoglio con il suo Festival di Beethoven e la Pitagora che seguiamo come attrice da "I pugni in tasca" di Bellocchio e da scrittrice da "Fiato d'artista" sono riuscite a commuovere. Queste frasi impegnative le vorrei cancellare per un falso pudore, ma l'onestà intellettuale non me lo permette. Uso una forma "ottocentesca e romantica" perchè meglio si adatta alla serata e perchè mi sembra che possa rendere il mio entusiasmo."
Cara amica di VITTORIO NEVANO
22 settembre 2012

“I tre protagonisti (Anna Lisa Bellini al pianoforte, Angelo Persichilli al flauto e Alfredo Persichilli al violoncello) si facevano apprezzare per una collaudata sintonia di intenti – frutto anche di una evidente familiarità di lungo corso con la dimensione cameristica- sia per le qualità individuali dei tre interpreti”.
L’Eco di Bergamo B.Z.
2 novembre 2011

“Raffinata, ma anche brillante la resa dei due brani di Gabriel Faurè “Fantasia op.79” e Elegia op.24”. Sognante e misterioso lo stile di Claude Debussy, emerso da Syrinx per flauto e dall’incantevole “Clair de Lune” per pianoforte, in opposizione con il piglio brioso e deciso del virtuosistico “Allegro appassionato” per violoncello di Camille Saint-Saëns. Calorosi applausi in chiusura con il Trio in Re minore di Felix Mendelssohn, un capolavoro di difficile interpretazione, in cui le tre parti hanno saputo calibrarsi in sezioni di alternanza e sovrapposizione, nella costruzione di un tutto armonico e melodico piacevole e intelligente. Ogni parte è stata valorizzata dalle altre sostenendole a sua volta, anche quella pianistica, espressa con rara intensità comunicativa”.
IL GAZZETTINO Rovigo
17 Dicembre 2011

"La pianista ha saputo creare un impasto timbrico amalgamato e omogeneo, ricco di suggestioni carezzevoli e di rigorosità interpretativa"
IL GAZZETTINO - Rovigo 10.03.2010 (Milena Dolcetto)

"La sensibilità della Bellini, la sua inclinazione a un sospeso lirismo, la sua tecnica protesa ad accentuare le mezze tinte trasformano l'ascolto in un suggestivo e intimista viaggio nell'anima"
AMADEUS (M.R.Z.)

"Giovane dotatissima pianista che incanta il pubblico per la qualità del suono e per la sua personalità"
RADIO RAI TRE

"…Pianista dotata di una tecnica notevolissima asservita ad intenzioni interpretative assolutamente chiare e pertinenti, il tocco rende sempre rotondo e morbido il suono mentre esemplare risulta il suo modo di porgere le varie frasi musicali"
FIRENZE (Giovanni Vitali)

"..un suono pieno di slanci e di affetti, di tensione e di forza drammatica"
L'UNITA'- Roma (E.V.)

"…forbita, eccitante, in sonorità ricche e riccamente spaziate, in decisa pungenza ritmica"
LA NAZIONE - Firenze

"…..la pianista spiccava per tocco e sonorità con una nitidezza davvero encomiabile."
L'ECO DI BERGAMO - Bergamo (Lorenzo Tassi)

"…..pianista romana di livello internazionale, gode di una musicalità e di un equilibrio espressivo affascinante, dotata di una tecnica sopraffina e di un tocco raffinato e caloroso……….."
L'ECO DI BERGAMO - Bergamo (Lorenzo Tassi)

"…non possiede soltanto una tecnica straordinaria ma anche una eccellente musicalità e una dinamica ricche di espressività"
ZURIGO

"… si è imposta all'attenzione del numeroso pubblico per una eccezionale esecuzione, … caratterizzata da virtuosismi, fraseggi e tecnica di alta scuola,…ha mandato in visibilio i presenti"
PRESENZA - Santiago del Cile

".........ideatrice e protagonista del Sutri Beethoven Festival, ha nobilitato l'esecuzione dell' Imperatore beethoveniano, una pietra miliare del repertorio pianistico......un'interpretazione ricca, brillante, incisiva, possente, in una parola "maestosa"............ "
IL TEMPO - Viterbo (Bruna Ferrini)

"Personalità e solidità tecnica della Bellini sono emerse con chiarezza …
Anna Lisa Bellini bene incarna sensibilità e grinta……
Grande ricchezza delle dinamiche, ed un lucida esposizione strutturale di una pagina complessa quale la Sonata D958 Schubertiana. Ed ancora Liszt e Chopin tra i consensi entusiasti dell'Oratorio"
IL SECOLO XIX - Genova (Giorgio De Martino)

"Anna Lisa Bellini ha dimostrato di avere tutte le carte in regola per una carriera concertistica di rilievo…l'artista offriva
un panorama chiaro delle sue maggiori doti interpretative che vanno da una squisita musicalità alla pronta affermazione di grinta e carattere, dal pieno dominio dei mezzi strumentali alla particolare pulizia dell'esecuzione"
ALTO ADIGE - Bolzano (Andrea Bambace)

"Strumentista di indubbie capacità e di spiccata musicalità, la Bellini ha ottenuto prolungati applausi alla fine di ogni esecuzione"
LA CITTADELLA - Mantova (Dino Gatti)

"…musicalissima presenza della Bellini, capace di raffinatezze di alto livello"
L'ARENA - Verona (Chiara Zocca)

"Dotata di una squisita ricchezza timbrica che ben si addice all'universo sconfinato dei piani sonori schubertiani, la Bellini
ha dipanato gli interrogativi di una scrittura complessa, trovando la chiave appropriata per dischiudere il mondo di allusioni ed intimi riflessi che rappresentano il tratto delle ultime pagine del Maestro viennese. …Dei Klavierstücke Op.118 di Brahms, gemme dell'estrema riflessione creativa del Maestro, la Bellini ha colto l'animus autentico,
virando poi, in conclusione di un applauditissimo recital, verso la giovanile e virtuosistica irruenza dello Scherzo Op.4"
LA VOCE DI MANTOVA - Mantova (Laura Paduano)

"…..Anna Lisa Bellini ha proposto un impeccabile concerto K467 di Mozart. Bel suono, fraseggio elegante, buon stile mozartiano, la giovane concertista ha impressionato assai vivamente…"
LA STAMPA - Genova (R.I)

"…. Musicista che si è cimentata con coraggio ed anche con giudizio in lavori che potevano in qualche modo riassumere quel genere di scrittura che si oppone al drammatismo esteriore e alla virtuosità intesa come bravura. …non desiderando di compiacere il pubblico, bensì incontrarlo in una dimensione di poetico raccoglimento dove la confessione e la profezia mischiano le carte e dove non teme di apparire anche il grande timore universale, quello che nasce dalla consapevole appartenenza ad un ciclo vitale destinato a compiersi. Perciò per i suoi messaggi sublimali il compito della Bellini non era dei più semplici. Tuttavia non abbiamo avuto difficoltà a seguirla nel suo procedere serio e coerente, nella sua attenta rifinitura tecnica, nella sua concentrazione ricca di chiarezza, sensibile ai dettagli che ha prodotto
un credibilissimo Schubert ed un solido Brahms aperto anche ad istinti visionari. Il tutto si è tradotto in una serata di intensa partecipazione per il folto pubblico, che ha applaudito vivamente"
LA GAZZETTA DI MANTOVA - Mantova (Andrea Zaniboni)

"…pianismo vigoroso e autorevole di Anna Lisa Bellini"
LA STAMPA - Genova (R.I.)

"Ottima pianista Anna Lisa Bellini, struttura portante dei quattro archi………"
IL TEMPO - Roma (Renzo Bonvicini)

"……Solido e corposo pianismo di Anna Lisa Bellini"
CORRIERE MERCANTILE - Genova (C.A.)

Prossimi concerti

Recital

Anna Lisa Bellinipianforte

Programma da definire

Gianluca Giganti violoncello
Anna Lisa Bellini pianoforte

Rachmaninoff   Sonata in sol minore op.19
Debussy  Sonata in re minore

Šostakovič 
Sonata op.40

 

Gianluca Giganti violoncello
Anna Lisa Bellini pianoforte

Beethoven Sonata n.4 in do maggiore op. 102 n.1
Debussy
Sonata in re minore
Brahms  Sonata n.2 in fa maggiore op.99

More From: PROSSIMI CONCERTI